L'automazione del magazzino surgelati dal punto di vista Intralogistico è un tema importante e non solo per le esigenze legate alle condizioni di lavoro dei collaboratori. Un'efficiente Intralogistica per i prodotti surgelati fornisce un contributo decisivo al raggiungimento di elevati standard di qualità. Nel suo ruolo di pioniere tra gli esperti di logistica per prodotti surgelati, TGW ha orientato il proprio spettro di soluzioni alla catena del freddo: ciascun sistema, 

ciascun componente e prodotto può essere impiegato senza problemi fino a -30 °C. Nel suo "distributore automatico" COOP immagazzina prodotti surgelati e da forno di propria produzione a temperature comprese tra -5 °C e -23 °C. A tale scopo viene utilizzato un magazzino per pallet con depallettizzazione/pallettizzazione automatica. Il cuore dell'impianto è il sistema shuttle Stingray.

   

   
"TGW realizza una catena del freddo perfettamente funzionante ed è la prima azienda con un sistema shuttle standardizzato per magazzini di prodotti surgelati."
   
Michael Schedlbauer, Industry manager per il settore alimentare di TGW

     

Attraverso questa configurazione COOP raggiunge il grado di automazione più elevato possibile. Questo è un primo, importante passo per il contenimento del Costo totale di proprietà. Un secondo passo altrettanto importante è rappresentato dall’ottimizzazione del raffreddamento a zone: secondo il principio "solo il freddo necessario", la temperatura varia da -2 °C e/o -5 °C in fase di depallettizzazione e pallettizzazione, così come resta a -23 °C nel magazzino per pallet e shuttle. Per motivi legati alle disposizioni antincendio, il contenuto di ossigeno nei magazzini viene portato al 14 %.

Panoramica del processo

  • 650 articoli
  • Entrata merci: 400 pallet al giorno da fornitori esterni e 800 pallet dalla propria panetteria.
  • Prelievo: circa 55.000 colli e 3.500 roll-container al giorno, nei giorni di punta 100.000 colli e 6.000 roll-container.

     

Magazzino per pallet

Il magazzino, la cui temperatura è di -23 °C, è composto da quattro corridoi e dispone di oltre 17.000 posti pallet di capacità. Il magazzino è in grado di accogliere uno stock di due settimane degli articoli di cui necessita il supermercato. I trasloelevatori impiegati sono quattro, ciascuno con due attrezzi di presa. L'impianto è in grado di movimentare 135 pallet/h IN/OUT.

    

        

Depallettizzatori automatici

    
A -2 °C, nella depallettizzazione vengono impiegati tre Depallettizzatori robotizzati completamente automatici del tipo Splitex. Questi depallettizzano le scatole sollevando leggermente di lato i singoli strati e infilando da sotto un supporto. In questo modo anche le scatole instabili e non aspirabili con ventose vengono disimpilate e rese singole. Questo sistema permette di depallettizzare in modo automatico la quasi totalità dei pallet. Solo i prodotti di dimensioni particolarmente grandi o confezionati male vengono depallettizzati manualmente. A seconda delle situazioni, la velocità di un depallettizzatore robotizzato raggiunge 1.800 - 2.800 colli all'ora, mentre l'intero impianto con tre stazioni arriva a 5.400 - 8.400 colli all'ora.

    

     

Sistema shuttle

 

 

                
Il magazzino per shuttle, raffreddato a -23 °C, si compone di sette corridoi e 16 livelli e dispone di oltre 40.000 posizioni di magazzinaggio. Il sistema shuttle funge da "zona buffer" altamente dinamica nella preparazione degli ordini: esso contiene poco più di un fabbisogno giornaliero. Non appena un determinato articolo è al di sotto della giacenza minima, esso viene automaticamente prelevato dal magazzino per pallet e convogliato verso la depallettizzazione. Gli shuttle Stingray sono in grado di depositare/prelevare fino a 4.500 scatole all'ora.

Ai fini della manutenzione degli shuttle, COOP può rimuoverli agevolmente dal corridoio del magazzino ed effettuare la manutenzione in una zona a temperatura ambiente.

Pallettizzazione delle scatole miste completamente automatica per surgelati

    
Nel settore dei prodotti surgelati, il prelievo manuale è particolarmente disagevole. Per questo COOP ha decisamente scelto un sistema di pallettizzazione automatica per colli misti: ad una temperatura di -5 °C vengono impiegati nove pallettizzatori robotizzati del tipo Autostax. Per prima cosa vengono calcolati automaticamente la sequenza e il modello di impilamento ideali: il pallettizzatore riceve le scatole secondo l'ordine corretto e le dispone secondo il modello di impilamento precedentemente calcolato. A seconda del numero dei colli, un robot impiega solo da 40 a 130 secondi per il carico di un roll-container. In questo modo, con nove pallettizzatori, vengono caricati all'ora in modo completamente automatico da 250 a 800 roll-container.

    

    

La soluzione per la pallettizzazione e la depallettizzazione